Casa in Irlanda: le 10 differenze rispetto all’Italia!

0
350

La tipica e colorata casa irlandese è ben diversa dalla sua corrispettiva italiana. Ciò è dovuto alla tradizione, alle necessità di natura climatica o strutturale, all’influsso britannico nello stile e nelle caratteristiche delle abitazioni.

Ecco un elenco di 10 differenze  che potremmo notare trasferendoci da una casa italiana a una casa irlandese! 

Proporzioni: generalmente la casa irlandese è più stretta di quella italiana. Essendo la tipica casa irlandese inserita in una struttura “a schiera”, essa si sviluppa solitamente in verticale su tre livelli.

Prese di corrente: fondamentale ricordarsi l’adattatore per poter utilizzare i nostri cavi elettrici in Irlanda. La presa di corrente irlandese è di tipo G, britannica a tre poli. Presenta tre contatti di forma rettangolare disposti a triangolo.

Bagno: grande assenza dei bagni irlandesi (e non solo) è il bidet. Inoltre nella abitazioni dell’Isola di Smeraldo difficilmente troverete una vasca da bagno, il che è anche dovuto alla loro sopra citata struttura verticale.

Giardino: in Italia in genere abbiamo due varianti, il giardino intorno/di fronte alla casa e il cortile comune al centro dei condomini o delle vecchie corti. Nelle città in Irlanda è molto comune invece avere un piccolo cortile privato sul retro, circondato da alti muri. In campagna ovviamente le cose cambiano, con giardini talvolta enormi intorno ai tipici cottages!

– Pavimenti e pareti: in Irlanda solitamente si compongono di uno scheletro di legno e non di cemento e mattoni. Per questo sono molto rare le piastrelle, sostituite in genere da svariati tipi di moquette e parquet. Spesso bisogna abituarsi a questo difetto delle case irlandesi: date le pareti sottili e gli “scricchiolii” legnosi sono più rumorose.

– Asciugatrice: insieme alla lavatrice nella piovosa Irlanda è quasi indispensabile avere a disposizione un’asciugatrice. Alcuni si affidano alllo stendino, come in Italia, ma se il sole non si fa vedere per qualche giorno le attese per i propri vestiti possono essere un tantino lunghe!

– Bollitore: altro strumento praticamente immancabile nelle case d’Irlanda, fondamentale per preparare in pochissimo tempo il tè, o il caffè solubile. Da buon italiano, io lo uso anche per scaldare il più velocemente possibile l’acqua per preparare la pasta, che verso nella pentola già bollente: utile se si ha poco tempo per la pausa pranzo!

– Serrature e maniglie: in genere le serrature sono diverse da quelle italiane, ma non esiste uno schema preciso. Tra pomelli, strane chiavi e insoliti metodi per chiudere la porta bisogna assicurarsi di impararne bene il meccanismo per evitare di restare chiusi fuori… o dentro.

– Terrazzo: osservate la foto di una qualunque casa cittadina irlandese: quanti terrazzi vedete? Sicuramente meno di quelli che potreste trovare in una abitazione dello Stivale. Il più delle volte… non ce ne sono affatto!

Camino o stufa: molto facilmente si potrà trovare un caminetto o una stufa nelle case irlandesi, in particolare in quelle più tradizionali. Sulla costa ovest non è difficile trovare ancora le antiche stufe a torba, con il loro fumo dal caratteristico ed avvolgente odore!

Luca Cattaneo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui