Votare dall’Irlanda per Elezioni e Referendum: iscriversi all’AIRE

0
96

Si fanno sempre più imminenti le Elezioni Politiche 2013, previste per i prossimi 24 e 25 febbraio.

La passione politica nei tanti cuori dello Stivale, così come le opinioni e i pensieri delle tante menti e dei “cervelli in fuga” sparsi per il mondo, si stanno dunque accendendo e facendo più frizzanti in questo periodo.

Gli italiani che vorrebbero votare dall’estero sono moltissimi, ma quanti di questi hanno i requisiti necessari per poterlo fare? E quali sono questi requisiti?

Prima di tutto bisogna specificare che per poter votare dall’estero i cittadini italiani devono essere iscritti all’AIRE, l’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero.

Istituito nel 1988, questo enorme “database” contiene i dati di tutti i cittadini italiani che risiedono fuori dal territorio nazionale per un periodo superiore ai 12 mesi.

Chi si trova all’estero per un periodo breve dunque non ha la possibilità di esercitare il proprio diritto di voto se non rientrando in Italia ha proprie spese (non una buna notizia per i tanti giovani che trascorrono pochi mesi all’estero per motivi di studio o per esperienze lavorative a tempo determinato).

L’iscrizione all’AIRE è un diritto ed un dovere del cittadino e garantisce la possibilità di votare per le elezioni politiche e per i referendum dal Paese di residenza, per corrispondenza.

Chi deve iscriversi all’AIRE?

– i cittadini italiani che si trasferiscono all’estero per un periodo di almeno 12 mesi

– chi già risiede all’estero ed ha cittadinanza italiana (anche acquisita)

Non devono invece iscriversi all’AIRE

– i cittadini che si recano all’estero per un periodo inferiore ai 12 mesi (ad esempio gli studenti Erasmus)

– i lavoratori stagionali

– i dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all’estero

– i militari italiani in servizio presso gli uffici e le strutture della NATO.

Come ci si iscrive all’AIRE?

Per iscriversi bisogna compilare un apposito modulo, la procedura si può effettuare per posta.

Il modulo si può inviare alla Cancelleria consolare dell’Ambasciata (qui il sito ufficiale dell’Ambasciata Italiana in Irlanda), competente per il territorio della Repubblica d’Irlanda, attraverso l’indirizzo di posta elettronica ([email protected]) entro 90 giorni dal trasferimento della residenza.

L’interessato deve fare richiesta inviando al proprio Consolato di riferimento l’apposito formulario compilato e firmato allegando fotocopia fronte e retro di carta d’identità o passaporto.

Il Consolato provvederà poi a dare comunicazione al vostro comune italiano di residenza e a trasferire i vostri dati nell’anagrafe degli italiani all’estero.

L’iscrizione all’AIRE è gratuita.

 

Luca Cattaneo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui