Salario Minimo in Irlanda

0
1250

In Irlanda il salario minimo che i datori di lavoro devono corrispondere ai propri impiegati ed operai è determinato dalla legge, diversamente da quanto avviene in Italia.

Le leggi sul salario minimo furono introdotte per la prima volta alla fine del IXX secolo in Australia e Nuova Zelanda e sono oggi in vigore in molte nazioni sparse per il mondo (per citarne alcune: Stati Uniti, Spagna, Francia, Regno Unito, Giappone e naturalmente la nostra Irlanda).

In Italia, dove esistono pensioni minime, il salario minimo non è direttamente determinato dalla legge bensì dalla contrattazione fra le parti sociali.

Ma l’Italia non è l’unico paese europeo ad aver rinunciato al salario minimo: anche Germania, Svizzera, Austria e i paesi scandinavi (Danimarca, Norvegia, Svezia e Finlandia) non lo annoverano tra le proprie leggi.

Il salario minimo in Irlanda è effettivo dal National Minimum Wage Act del 2000 ed è di 1461.85€ al mese e 8.65€ all’ora.

Con questi valori il salario minimo irlandese si piazza al 4° posto nella classifica mondiale (sul podio Australia, Lussemburgo e Francia), precedendo nazioni come USA e UK.

Quali sono le condizioni per ricevere il salario minimo in Irlanda? La legge prescrive la necessità di una retribuzione minima ai dipendenti maggiorenni con almeno due anni di esperienza lavorativa.

Anche nel caso dei giovani under 18 esiste uno stipendio minimo, fissato a 6.06€ all’ora al primo anno d’esperienza lavorativa, 6.92€ al secondo anno e 7.79€ al terzo anno. Eistono eccezioni per i dipendenti che hanno legami di parentela con il datore di lavoro ed esistono ad ogni modo diversi tipi di contratti, alcuni dei quali sono esenti dalla legge sul salario minimo (ad es. apprendistati, stage…)

Nel 2007 si è calcolato che circa il 5% dei lavoratori in Irlanda (oltre 80000 persone) percepiva il salario minimo.


Luca Cattaneo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui