Prodotti italiani in Irlanda: quali non troverai al supermercato

4
553

Prodotti italiani in Irlanda: facile trovarli… oppure no?

Nel mondo globale di oggi ogni supermercato ha perlomeno uno scaffale dedicato alla cucina straniera, dove ci sarà possibile trovare gli immancabili spaghetti, le lasagne, il pesto e i sughi pronti. Nel reparto surgelati non può inoltre mancare una vasta scelta di pizze, che va dalla classica margherita alle più curiose combinazioni esterofile che possono contenere stracccetti di pollo, ananas, carne trita e perfino salsa barbecue!

Bisogna poi considerare che nelle grandi città come Dublino e Cork esistono negozi al dettaglio specializzati nella vendita di prodotti italiani, dove sarà possibile trovare qualcosa di più ricercato e di migliore qualità, come la mozzarella di bufala o la bresaola.

La vendita al dettaglio spesso sopperisce ad alcune mancanze dei grandi centri commerciali… ma spesso a caro prezzo!

Può capitare di avventurarsi in un supermercato Irish alla ricerca di un prodotto particolare che abbiamo imparato ad apprezzare in Italia… ed uscirne a mani vuote!

Qui sotto un elenco di prodotti comuni nel Bel Paese ma quasi impossibili da trovare in un normale supermercato irlandese.

Per trovarli vi sarà necessatia una ricerca più scrupolosa tra i punti vendita specializzati dell’Isola di Smeraldo! 🙂

 

1. Biscotti italiani: in Italia si ha sempre l’imbarazzo della scelta in materia di biscotti. Il mercato irlandese è decisamente più limitato in questa categoria, dove dominano i cookies di ispirazione americana. Se siete particolarmente affezionati a un tipo di frollino che accompagna la vostra colazione fareste meglio a portarvene una scorta da casa perché non sarà facile trovare i marchi italiani (persino quelli più famosi) sul territorio irlandese!

2. Succo di frutta alla pera / pesca / albicocca: un’assenza alquanto sorprendente, dal momento che in genere sugli scaffali non manca una buona scelta di succhi di frutta. Non è difficile trovare arancia, tropical, cranberry e mela… ma pare che le varianti più famose in Italia come pera, albicocca e pesca non abbiano lo stesso successo in Irlanda!

3. Carne equina: in Irlanda, come in Regno Unito, la consumazione della carne di cavallo è una sorta di tabù. Lo stesso avviene in molti altri Paesi del mondo come USA, Argentina, Brasile e Israele. Per questo è una vera missione impossibile trovare carne equina in vendita al banco frigo.

 

4. Polpo: nonostante l’abbondanza e la varietà dei prodotti ittici che giungono dalle coste irlandesi (in primo luogo ostriche, aragoste e pesce azzurro), il polpo resta un prodotto considerato quasi “esotico”, o comunque ricercato: non facile da trovare! Una dritta dai nostri utenti: potrete trovarlo congelato presso i negozi asiatici!

 

5. Polenta: se anche voi come il sottoscritto siete dei “polentoni” del nord Italia, probabilmente verrà il momento in cui sentirete la mancanza di questo piatto. Trovare la farina per polenta in Irlanda è complicato quindi il mio consiglio è di portarvene una piccola scorta da casa…

6. Focaccia: non è facile trovare una focaccia degna di tale nome nei supermercati stranieri. Se in Italia la cugina meno famosa della pizza è apprezzata e servita in molte varianti, all’estero non ha avuto modo di diffondersi e di essere apprezzata allo stesso modo.

7. Merendine  italiane: alla stregua dei biscotti, molte delle merendine immancabili sugli scaffali italiani sono pressoché introvabili in Irlanda. Qui la fanno da padrone i muffins, gli scones e le famose donuts americane ma dimenticatevi -per esempio- delle italianissime Kinder Brioss, dei Saccottini o dei Buondì!

8. Coniglio: Come in Regno Unito, non sarà facile trovare carne di coniglio, tanto nei supermercati quanto nella maggior parte dei piccoli negozi. Ciononostante lo si può trovare con un po’ di fortuna presso le migliori macellerie.

9. Sofficini: tra le centinaia di prodotti pronti surgelati precotti (tanto amati da irlandesi ed anglosassoni), può colpire l’assenza sul mercato straniero dei Sofficini Findus, storico marchio apprezzato e diffuso nel nostro Paese. In Irlanda ne esisteva una variante conosciuta come Findus Crispy Pancakes, farciti con carne trita, pollo o formaggio, ma la produzione fu terminata anni fa.

10. Salumi e formaggi tipici: non è difficile trovare i salumi e i formaggi più famosi (prosciutto crudo, parmigiano, mozzarella…) al banco frigo di qualunque supermercato, ma nella maggior parte dei casi la scelta è molto limitata e la qualità dei prodotti può lasciare a desiderare. Tra le grandi assenze possiamo annoverare la salsiccia italiana, lo stracchino, la fontina e la scamorza… ma considerate le tante specialità regionali dello Stivale l’elenco potrebbe essere lunghissimo! Per le prelibatezze italiane bisogna ricorrere ancora una volta alla distribuzione al dettaglio…

11. Carciofi freschi: difficile se non impossibile trovarli al supermercato, meglio tentare presso qualche Farmers’ Market (mercato degli agricoltori). Ma i prezzi sono decisamente elevati!

12. Chinotto ed Aranciata Amara: due bibite dallo spirito tutto italiano, praticamente sconosciute al mercato irlandese (per trovarle bisogna ricorrere agli importatori italiani). Ad ogni modo la varietà di bevande gassate non manca.  L’occasione giusta per provare l’irlandesissima Tanora!

Luca Cattaneo

4 Commenti

  1. Devo correggere l’articolo, così come ho fatto per quello relativo all’assistenza sanitaria (http://www.italianidublino.com/trovare-medico-dublino-sistema-sanitario-irlandese/).

    – Il coniglio si trova in modo relativamente facile. Il motivo per cui non è comunemente consumato non perché esso sia considerato animale da compagnia. In passato, per limitarne la diffusione, gli inglesi introdussero la mixomatosi, una malattia portata dalle pulci, devastante per i conigli, ma che non infetta l’uomo. Purtroppo, la malattia si rivelò fin troppo efficace e contagiosa, colpendo anche i conigli d’allevamento. Gli effetti della mixomatosi sono orribili (ricorda un po’ Ebola), quindi è facile capire come i poveri animali infetti non potessero più essere considerati “cibo”.
    – Le merendine si trovano abbastanza regolarmente da Tesco, occasionalmente anche da Lidl. Non c’è una grande varietà, ma qualcosa si trova.
    – Il polpo si trova surgelato in pressoché tutti i negozi asiatici.
    – I calamari si trovano freschi in tutti i supermercati e le pescherie.
    – I carciofi si trovano facilmente al mercato, ma sono cari. Se si ha un giardino, è molto meglio coltivarli dietro casa, visto che crescono benissimo anche selvatici.
    – La mortadella si trova da Lidl, Aldi e Tesco. I formaggi tipici si trovano nei banchi dei supermercati più grandi, anche se, per qualche motivo, gli irlandesi tendono a preferire quelli francesi.

  2. Ciao, sono Valentina e sto per andare in Irlanda come ragazza alla pari, nella zona di Galway. Vorrei sapere quel’è il prezzo dei prodotti italiani nei supermercati: pasta, pelati, mozzarella ecc.
    Grazie!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui