Lavorare a McDonald’s in Irlanda

0
559

Lavorare per McDonald’s all’estero forse non sarebbe proprio il realizzarsi del vostro sogno, ma può essere una buona idea per iniziare ad ambientarsi in una nuova realtà e potersi permettere le prime settimane di affitto. 

Molti giovani emigranti cercano lavoro presso le catene multinazionali di fast-food (McDonald’s in primis ma anche Burger King, KFC e Domino’s Pizza, giusto per citare alcune delle più famose), talvolta anche perché hanno già avuto modo di essere assunti ed impararne i meccanismi convenzionali nel proprio Paese d’origine.

Attenzione: in genere i manager preferiscono assumere i propri connazionali, a scapito degli stranieri. Ciò avviene per agevolare le comunicazioni, dettaglio fondamentale in questi ambienti che necessitano particolare rapidità e capacità di organizzare il lavoro sotto stress. Per questo motivo un livello d’inglese sufficiente a capire e farsi capire è essenziale per avere buone chances di essere assunti.

Qui potete trovare le offerte di lavoro di McDonald’s in Irlanda, divise per contea.

Il ruolo rivestito dalla maggior parte dei nuovi assunti presso i ristoranti McDonald’s è quello del crew member (letteralmente “membro dell’equipaggio”), con contratti full-time da 30/39 ore alla settimana. Il crew member si occupa di customer service (il cliente deve sempre essere soddisfatto), preparazione del cibo (seguendo i rigidi standard di qualità previsti) e di garantire allo stesso tempo gli standard di pulizia e igiene nel locale.

Le caratteristiche richieste per questa posizione sono generalmente:

  • Massima flessibilità (disponibilità a lavorare anche di notte)
  • Buone capacità relazionali e nella comunicazione orale
  • Energia, efficienza e produttività
Candidarsi per questo genere d’impiego prevede la compilazione di un formulario semplice ma abbastanza lungo, in genere più di 30 domande.
Il colloquio si svolge in maniera piuttosto informale e come prima domanda viene sempre richiesto se si hanno avute precedenti esperienze di lavoro in fast food. Altre comuni domande possono essere riferite al fatto di dover lavorare a diretto contatto con i clienti. Ad esempio: “come reagiresti di fronte a un cliente infuriato?“, “ti senti a tuo agio con la comunicazione verbale?” o “come chiederesti scusa ad un cliente?“.
Luca Cattaneo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui