Disoccupazione: Irlanda e Italia a confronto

0
202

Il tasso di disoccupazione cresce inesorabilmente in Italia, sfiorando il 13.6% secondo i dati Istat.

Ancora più preoccupante il valore della disoccupazione giovanile, che con il 46% stabilisce un nuovo record che mette i brividi.

Se il mercato del lavoro in Italia va a picco, in Irlanda la tendenza è inversa.

Parliamoci chiaro, la “Tigre Celtica” non ruggisce più e l’Irlanda ha attraversato un periodo di recessione che ha portato il tasso di disoccupazione ad un preoccupante 15% all’inizio del 2012.

Durante il boom economico, nel 2001, l’Irlanda vantava un tasso di disoccupazione tra i migliori al mondo: il 3.7%.

Come si può facilmente dedurre, la crisi ha colpito duramente l’isola di smeraldo. Ma a differenza dell’Italia, dove la disoccupazione continua a crescere senza freno, in Irlanda essa ha toccato il proprio apice nella primavera 2012 e da allora ha continuato a diminuire, rendendo la situazione del mercato del lavoro decisamente più incoraggiante.

Oggi il tasso di disoccupazione in Irlanda è all’11.8%, intorno a 2 punti percentuali inferiore a quello italiano.

La differenza si fa più evidente prendendo in considerazione i dati disoccupazione giovanile (under 25): la percentuale dei giovani senza lavoro in Irlanda è correntemente al 25.9%, oltre 20 punti inferiore a quella italiana.

Qui sotto alcuni grafici utili per mettere a confronto le due realtà negli ultimi anni.

 

TASSO di DISOCCUPAZIONE 1984-2014 (Italia/Irlanda):

TASSO di DISOCCUPAZIONE 2013-2014 (Italia):

TASSO di DISOCCUPAZIONE 2013-2014 (Irlanda):

TASSO di DISOCCUPAZIONE GIOVANILE 2013-2014 (Italia):

TASSO di DISOCCUPAZIONE GIOVANILE 2013-2014 (Irlanda):

Luca Cattaneo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui