Come arrivare al Poolbeg Lighthouse

0
408
come-arrivare-al-poolbeg

In questo articolo parliamo di uno dei luoghi più affascinanti e romantici di Dublino e di come raggiungerlo: ecco qualche consiglio su come arrivare al Poolbeg Lighthouse.

Per chi non conoscesse il Poolbeg Lighthouse stiamo parlando di un bellissimo faro, che si trova nel cuore della Baia di Dublino.

E’ sicuramente da inserire tra i luoghi più romantici di Dublino (ecco qualche consiglio su dove organizzare un’uscita galante nella capitale irlandese) e una delle “attrazioni turistiche” meno conosciute dai turisti: solo infatti chi conosce bene Dublino e ha molto tempo a disposizione per visitarla va a vedere il Poolbeg Lighthouse.

Questo perché questo stupendo faro non è affatto a portata di mano e quindi, chi ha soltanto 4/5 giorni per visitare la città, preferisce visitare luoghi più blasonati.

Oggi però prendiamoci tutto il tempo del mondo e andiamo a visitare questo luogo incantato… ma preparatevi, che la strada è lunga!!!

Ecco qualche consiglio su come arrivare al Poolbeg Lighthouse!

Innanzitutto non aspettate la giornata di sole: non la troverete mai qui a Dublino, soprattutto in estate!

Preso coscienza di ciò per arrivare al Poolbeg Lighthouse dovrete prendere il bus numero 1 direzione Sandymount, Dublin 4; troverete facilmente la fermata nel centro città, ad O’Connell Street.

Vi aspettano 20 minuti di bus (traffico permettendo) e finalmente arriverete a Sandymount, caratteristico e placido quartiere nella Dublino per bene.

Sandymount è un’altra Dublino, con piccoli pub caratteristici, pescherie e deliziosi caffè. Questo quartiere residenziale sorge a pochi metri dal mare; è qui che dovrete scendere.

Ora una precisazione importante: ATTENZIONE PER ARRIVARE AL POOLBEG LIGHTHOUSE CI SONO DUE STRADE!

poolbeg-dublin
Le ciminiere diventate oggi monumento cittadino. Sicuramente le avrete viste per forza!

Perché è importante sapere ciò, perché una delle due è un vero incubo!

Il faro si trova dietro la zona dei docks e la vecchia strada passa proprio per questa zona. Si tratta dell’area portuale, un’area abbandonata a se stessa, con sterpaglie, rifiuti di ogni genere, liquami maleodoranti e fabbriche abbandonate. Questo osceno percorso si snoda tra container e fabbriche, il tutto condito da un forte odore di gas e metano.

Un vero incubo e sfortunatamente l’ho vissuto in prima persona! Infatti non sapevo nulla della seconda via per raggiungere il faro

La seconda strada, quella che DOVRETE prendere, è tutta il contrario della prima e attraversa la riserva naturale dell’Irishtown Natural Park.

Questo sentiero attraversa un’area naturale davvero bella, che costeggia il mare. Potrete ammirare uno dei luoghi più inaspettati di Dublino: dentro il parco non vi sembrerà neanche di trovarvi nella capitale irlandese.

Da una parte il mare, dall’altra le famose Poolbeg Chimneys, le ciminiere che si vedono da tutta Dublino e in tantissimi video musicali degli U2. I Greens volevano abbatterle ma una vera e propria sommossa popolare le ha promosse a monumento nazionale, e oggi sono ancora lì!

In ogni caso, dopo una bella camminata di 40 minuti arriverete alla spiaggia che precede il faro, amata soprattutto dai praticanti di kytesurf e dai labrador, che si divertono a scorrazzare tra le onde, incoraggiati dai loro padroni.

faro-dublino

Da qui la strada per il faro è ancora lunga. Non vi avevo avvertito in precedenza, ma tutto il percorso andata e ritorno vi richiederà non meno di 4 ore! Per questo non è adatto a chi ha soltanto pochi giorni a disposizione a Dublino.

L’inizio del molo è la parte più bella: inizierete una camminata a pochi metri dal mare che vi porterà, passo dopo passa, sempre più nel cuore della Baia. Da qui potrete vedere tutta la costa dublinese, le navi che salpano e se siete fortunati qualche foca che nuota placidamente.

murles-dublino
Lo stupendo murales alla base del Poolbeg Lighthouse.

In lontananza il faro si avvicinerà sempre di più fino a che sarà dinanzi a voi. Una volta qui ammirate il panorama, riposatevi su qualche panchina e poi preparatevi a tornare indietro.

Attenzioni agli schizzi e alle onde: qui c’è sempre un gran vento!

Che dire, secondo me questo è uno dei luoghi segreti di Dublino, da visitare assolutamente prima o poi se si vive in questa magica città.

Voi ci siete mai stati?

Ricordate sempre di prendere la strada che passa per la riserva naturale, di indossare un cappottino leggero e delle comode scarpe da ginnastica, altrimenti la passeggiata si trasformerà in una tortura …

Davide Diana

Cover picture by Michael Foley

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui