Busta paga irlandese: tutte le info!

0
761

Se hai trovato un lavoro in Irlanda sicuramente sarai impaziente di ricevere e studiare la tua prima busta paga.

Ecco dunque qualche informazione che potrebbe tornarti utile! 

 

Innanzitutto il nome. La “busta paga” in Irlanda si chiama “pay slip” ed è un documento che mostra il tuo compenso lordo e il preciso ammontare di ogni singola detrazione fiscale. Il diritto alla pay slip è sancito dal Payment of Wages Act (“Atto di Pagamento dei Salari“) del 1991.

Quali sono le più importanti detrazioni stabilite dalla Legge?

  • la PAYE (Pay As You Earn), che è il corrispettivo del nostro IRPEF.
  • la PRSI (Pay Related Social Insurance), si tratta di un’assicurazione sociale sul lavoro.
  • le detrazioni previste dal contratto per i contributi pensionistici.
  • tutto ciò che può essere stato stabilito dal consenso scritto del dipendente alla firma del contratto.
  • detrazioni che si possano considerare “giuste e ragionevoli” in caso di particolari perdite subite dal datore di lavoro a causa del dipendente (ad esempio riparazioni per oggetti rotti, nuovo acquisto di una divisa smarrita, etc…).

La PAYE: come si calcola? L’Agenzia delle Entrate irlandese (Revenue Office) ogni inizio dell’anno invia al datore di lavoro un documento che stabilisce quale sarà l’aliquota da applicare sugli stipendi di ogni singolo dipendente, in base alla loro situazione personale (età, condizioni famigliari, entrate). Per questo motivo è necessario comunicare a tale Ente ogni cambiamento della propria situazione (il matrimonio, la nascita di un figlio…) in modo che si possano tempestivamente modificare le condizioni delle imposte fiscali.

Un metodo rapido e intuitivo per calcolare la vostra tassazione irlandese è questo sito: Deloitte.ie, che propone un semplice “Tax Calculator“.

Qualsiasi eventuale reclamo circa deduzioni non autorizzate sul salario protetto dal Payment of Wage Act 1991 deve essere inviato al Workplace Relations Costumer Service utilizzando un apposito modulo di reclamo (tutte le info cliccando sul link). La denuncia deve essere presentata entro 6 mesi dalla data della deduzione. Il termine può essere prorogato per un massimo di ulteriori 6 mesi, ma solo in presenza di circostanze eccezionali che abbiano impedito una denuncia entro il normale termine.

Altri due importanti documenti da conoscere sono il P60 e i P45.

  • il P60 è un documento che il datore di lavoro consegna ai dipendenti alla fine dell’anno e mostra il compenso annuale lordo e le detrazioni annuali (tasse e PRSI);
  • il P45, molto simile al precedente, viene invece consegnato alla fine del rapporto di lavoro e mostra compenso e tassazioni per l’anno in corso, fino alla data di fine-rapporto.

Luca Cattaneo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui