Amicizie all’estero, l’importanza di conoscere gente quando si viaggia.

0
410

Una delle paure più comuni che si hanno quando si parte per un’altro paese è sicuramente quella della solitudine.

Lontani da casa, fuori dalla nostra zona di comfort è facile sentirsi soli.

Se prima eravamo abituati a incontrarci con i nostri amici semplicemente dopo aver mandato un messaggino su Whatsapp, una volta che si inizia un’esperienza all’estero dobbiamo metterci nell’ordine delle idee che gli amici ce li dobbiamo fare da zero.

Se ci pensate è una cosa che nel tempo ci dimentichiamo di come si fa. Se è vero che in ogni momento della nostra vita è possibile conoscere gente nuova anche solamente al bar sotto casa, è altrettanto vero che spesso e volentieri le nuove amicizie che facciamo nascono per caso e non perché il nostro obiettivo era quello di conoscere amici nuovi.

Nel momento di necessità però il discorso cambia. Ci dovremo armare di pazienza, coraggio e apertura mentale per poter cogliere al massimo tutte le opportunità che si presenteranno a noi per conoscere gente nuova e potenziali amici.

In questo articolo non solo voglio cercare di trasmettervi l’importanza di conoscere gente e fare amicizia quando si è all’estero, ma vi voglio dare delle vere e proprie tecniche per facilitare il processo. Niente di esoterico o strano, solo semplici consigli tratti da storie vere.

Partiamo dai motivi per cui dovresti dare importanza al fare nuove amicizie quando cominci un’esperienza all’estero o semplicemente in una città lontano da casa. Ho cercato di racchiudere le cose più importanti in 5 punti:

  • 1. Sentirsi soli, a lungo andare, non fa bene. Sono dell’idea che a volte stare un po’ in solitudine sia la cosa migliore. Spesso chi viaggia per altri paesi ha bisogno di resettare tutto e stare un po’ solo. Credo che ognuno debba cercare di vivere sereno e in pace anche in solitudine e non solo quando si è circondati dai nostri cari. Detto questo però, la solitudine può diventare negativa. Affrontare i problemi da soli o semplicemente non avere qualcuno con cui sfogarsi, può essere un problema specie quando stiamo affondando un grande cambiamento. Avere qualcuno su cui contare quando siamo giù di morale o ci sentiamo soli può essere un tocca sana.
  • 2. Orientarsi in un posto nuovo. Quando arriviamo in un nuovo paese ci sembra tutto complicatissimo e spesso non sappiamo da dove partire. Che sia per fare qualche documento, un’operazione burocratica o semplicemente trovare un posto carino ed economico dove pranzare, ci sembrano delle missioni impossibili. Avere l’opportunità di fare amicizia con qualcuno del posto o con qualcuno che abbia già fatto prima di noi queste esperienze, può salvarci dallo scoraggiamento che ci viene quando non sappiamo dove sbattere la testa.
  • 3. Svago e divertimento sono importanti. L’inizio di una nuova esperienza all’estero non dev’essere caratterizzato solo da cose noiose e impegnative da fare per cercare di inserirsi nel nuovo ambiente. Dobbiamo cercare di dare la giusta importanza anche allo svago e al divertimento. Che sia bere una birra in un pub, fare una passeggiata in un parco o andare a ballare in discoteca, è importante creare momenti di leggerezza che renderanno il tutto più entusiasmante. Detto questo, penso che saremo tutti d’accordo che farlo in compagnia di nuovi amici che magari conoscono posti che noi non conosciamo, abbia tutto un’altro valore.
  • 4. Conoscere a fondo la cultura del posto. A mio avviso non c’è modo migliore di conoscere la cultura di un nuovo paese se non quello di fare amicizia con la gente che ci vive. Sembra scontato ma spesso sottovalutiamo questa cosa. Ci concentriamo nel fare esperienze di qualunque tipo, gite turistiche, visite a luoghi di cultura ecc… Quando a volte basta una birra e una chiacchierata con una persona locale per conoscere il posto dove viviamo sotto certi aspetti che neanche vi immaginate.
  • 5. Imparare al meglio una lingua. Fare amicizia con qualcuno che parla inglese madrelingua ci darà una marcia in più nel processo di apprendimento o miglioramento che vogliamo avere. Il fatto di sforzarci per capire gli altri e per poterci esprimere aiuta sicuramente a migliorare le nostre skills linguistiche. Sia chiaro però, e ci tengo a dirlo, non c’è niente di male nel fare amicizia con dei propri connazionali all’estero. Anzi, vi consiglio di diffidare da chi vi dice di evitare gli altri italiani perché altrimenti non imparate la lingua. Sono dell’idea che un buon rapporto di amicizia vada oltre ogni utilitarismo e sarebbe un peccato non cogliere l’opportunità di fare delle amicizie solo perché altrimenti parliamo solo italiano. Certo, se il vostro obiettivo è quello di migliorare l’inglese dovrete impegnarvi a non restare in questa zona di comfort.
In Irlanda uno dei metodi migliori per conoscere gente è il pub. Godetevi un’ottima Guinness mentre fate nuove amicizie!

Abbiamo visto 5 punti che racchiudono quelle che secondo me sono i valori principali.

Tutto bello, ma come si fa?

Davvero, vi siete mai chiesti se ci sono delle vere e proprie tecniche da mettere in atto per farsi nuovi amici?

Non so se ne esistono di comprovate o infallibili, ma quello che posso raccontarvi è di come ho fatto io per creare nuovi rapporti lontano da casa. In questi altri 5 punti vi darò qualche idea basata su fatti  che mi sono accaduti ma anche su esperienze che mi sono state raccontate:

  • 1. Sfruttare le tecnologie. Alcuni potranno pensare che sia triste, un po’ come usare Tinder per cercare l’amore. Ma perché non sfruttare i social e il web per conoscere gente? Certo, non intendo per portare avanti un rapporto online, ma per trovare qualcuno che vive nel posto dove ci troviamo con cui magari uscire e prendere un caffè. La prima volta che arrivai a Dublino feci proprio così. Scrissi un post in un gruppo Facebook offrendo una birra a chi sarebbe uscito con me quella sera al pub. Grazie a quel post è nata una bellissima amicizia che porto avanti tutt’oggi. Quindi, perché non provare?
  • 2. Non essere timidi, tanto non ci conosce nessuno. Una cosa che dovremo cercare di mettere da parte è la timidezza. Ogni occasione è buona per attaccare bottone con qualcuno. In fila al supermercato, davanti al bancone del pub, passeggiando sul marciapiede, ordinando una pizza. Non mettetevi limiti. Spesso ci mettiamo dei freni pensando di risultare poco opportuni, ma se proverete vi renderete conto che per la maggior parte delle volte le persone saranno felici di scambiare qualche parola con voi. Specie in Irlanda dove mi trovo io, la gente è molto curiosa con gli stranieri e vi riempirà di domande. Fare nuove conoscenze è più facile di quello che si pensa. Una cosa che mi aiuta quando ho paura di fare qualche figuraccia è quella di pensare che sono talmente lontano da casa che non mi conosce nessuno, quindi mal che vada la brutta figura avrà un peso irrisorio.
  • 3. Fare qualche attività. Restare in camera vostra aspettando che i vostri nuovi amici vi vengano a bussare alla porta non vi porterà da nessuna parte. Uscite e iscrivetevi in palestra, aderite a qualche attività di volontariato, fate un lavoretto che vi porti a contatto con le persone come il volantinaggio, cercate di inserirvi in qualche attività che includa altra gente. Se state andando in una grande città sarà tutto più facile. Troverete un sacco di cose da fare anche coerenti con le vostre passioni. Non abbiate paura di sperimentare cose nuove. Buttatevi e chiacchierate con tutti!
  • 4. Tour organizzati. Una cosa che spesso viene snobbata ma che a me personalmente all’inizio ha aiutato tantissimo è aderire a dei tour dei gruppi che portano le persone a visitare il paese. Penso sia un ottimo modo non solo per fare nuove conoscenze, ma anche per visitare ciò che ci circonda e imparare di più sul nuovo ambiente. Troverete gite di tutti i tipi, scegliete quella che fa al caso vostro e preparatevi a delle belle giornate in compagnia. A volte possono non essere l’ideale se volete visitare delle location in modo indipendente perché avrete delle regole e degli orari da rispettare, ma inizialmente sono le persone che vi devono interessare. Vi divertirete!
  • 5. Sfruttate il fatto di essere italiani. Questa è una cosa che mi sono sempre sentito dire ma a cui non credevo più di tanto. Ora che sono all’estero posso confermare, spesso e volentieri il fatto di essere italiani accende la curiosità di chi vive in un altro paese. Come vi accennavo qui in Irlanda solitamente sono molto curiosi con gli stranieri e fanno molte domande. Se siete italiani però avrete sicuramente una marcia in più. Il nostro bel paese è molto amato e quasi sempre ci troveremo davanti qualcuno che almeno una volta nella vita è stato in vacanza in italia e se ne è innamorato oppure che desidera da sempre andarci. Non trascurate questo dettaglio, non perdete occasione di farlo presente. Andatene fieri!

Come abbiamo visto è molto importante creare nuove relazioni quando cominciamo una nuova esperienza all’estero e farlo è più semplice di quello che si pensa.

Ci tengo molto a sapere se voi avete avuto qualche esperienza in particolare che vi va di raccontare o magari conoscete un buon metodo per creare nuovi rapporti all’estero. Fatemelo sapere, oltre ad essere curioso spero di poter aiutare chi si sta preoccupando di questo aspetto, facendogli capire che è un processo tanto importante quanto semplice e che va vissuto con leggerezza.

Nel frattempo potete iscrivervi al mio canale YouTube dove potrete trovare sempre nuovi video delle esperienze che sto vivendo qui in Irlanda: https://www.youtube.com/channel/UCmzNFi-0zcEaET9XZgTSVOw

Seguimi anche su Instagram: https://www.instagram.com/manuelcoletto/?hl=it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui