L’Italia vista dagli irlandesi

By on May 12, 2017

Scommetto che tutti voi, anche quelli che in Irlanda ci sono appena arrivati, hanno già sperimentato il primo impatto di quando si pronuncia la frase “I am Italian” ad un irlandese…Basta pronunciare queste tre parole e si scatena l’euforia e lo stupore generale!
Tralasciando l’immancabile “Lovely!” in risposta, “pasta, pizza, donne, vino, parmigiano, Colosseo, lasagne, spaghetti” sono tutte parole che il nostro essere italiani suscita nella mente dei nostri amici irlandesi.
Sicuramente anche a voi sarà risultato divertente vedere le loro reazioni non appena si cita il nostro Bel Paese, che (in verità) sembra essere molto più amato dagli stranieri che dagli italiani stessi.

Ognuno di noi avrà vissuto la propria esperienza per quanto riguarda i primi incontri con gli irlandesi, ma non si può negare che la pizza è, e rimarrà sempre, il termine principale per indicare la nostra cultura: forse perché è uno degli alimenti  più diffusi e popolari al mondo o forse perché come si mangia la pizza in Italia non si mangia da nessun altra parte, ma la pizza rimane perennemente nell’immaginario comune come l’elemento che contraddistingue gli italiani all’estero.

Ma che dire di tutti gli altri piatti che vengono nominati? La nostra nazione è anche la patria del buon cibo e questo fa sempre piacere… Forse ecco perché gli stranieri, speranzosi di ottenere qualche pasto cucinato da noi italiani, cominciano ad elogiare la nostra cucina. 😛

Anche moda, auto, luoghi storici e turistici, personaggi politici (un nome, in particolare, sembra essere rimasto nella testa di tutti! 😉 ) o dello spettacolo sono per gli irlandesi elementi caratterizzanti l’Italia, come mostra un video girato qualche tempo fa dalla nostra pagina e che vi ripropongo oggi perché sempre attuale.


Greta Gontero

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>